Il Centro Afrocolombiano di Spiritualitá y Desarrollo Integral di Bogotá (CAEDI) è un servizio ai gruppi afroamericani, specialmente di Bogotá (circa 800.000) che sono tra i pú vulnerabili e necessitati (AC,45.9 - 2015). La iniziativa é della Delegazione di Colombia, nel contesto della opzione per la pastoral afro, fatta come Congregazione dai Capitoli Generali dal 1985 fino al 2015. Senza dimenticare che la ONU da dichiarato il Decennio degli Afrodiscendenti 2014-2024

Il Centro Afrocolombiano di Spiritualitá y Desarrollo Integral di Bogotá (CAEDI) è un servizio ai gruppi afroamericani, specialmente di Bogotá (circa 800.000) che sono tra i pú vulnerabili e necessitati (AC,45.9 – 2015). La iniziativa é della Delegazione di Colombia, nel contesto della opzione per la pastoral afro, fatta come Congregazione  dai Capitoli Generali dal 1985  fino al 2015. Senza dimenticare che la ONU da dichiarato il Decennio degli Afrodiscendenti 2014-2024

A questo ministero é stato assegnato P.Rafael Savoia dal 2008 come direttore, con la collaborazione di persone afro e non afro, remunerate o volontarie, secondo i settori e le attivitá da svolgere.

 Nella sede del CAEDI collabora un giovane afro che funge da secretario,  aiuta nella catalogazione del materiale, attende i visitanti. E´incaricato di mantenere aggiornate le pagine web www.centroafrobogota.com e facebook e twitter, con l’aiuto di una volontaria Durante il 2019 ha avuto oltre 56.000 visite. Altri giovani afro collaborano nella catalogazione di registrazioni fatte da vari missionari nelle comunitá afro.

Fondamentale é stata ed é la collaborazione del direttore della rivista Iglesia sin Fronteras, P.Francisco Augusto Carrera per le iniziative relative alla edizione del bolettino informativo ‘Palenque’(editato dal 1982), la creazione e mantenimiemiento di pagine web, no solo del CAEDI, ma anche dei nostri centri di Quito, Perú e Brasile.

Altre iniziative sono dovute al fatto che P.Rafael direttore del CAEDI ha il ruolo di coordinare la comissione continentale della pastorale comboniana afroamericana (PAC) ed é membro del Consejo Continental de la Misión.

Nel nostro lavoro seguiamo le direttive del Plan Continental de Pastoral Afromericana Comboniana (2010). La comissione PAC ha creato il gruppo whatsapp di pastoral afro comboniana ‘p@st@fro combonianos’. Va avanti da tre anni e si riunisce virtualmente ogni primo martedi del mese.

In questo contesto il CAEDI ha assunto come un ministero creare e fomentare  la rete dei  centri di documentazione afro di Quito, Guayaquil, Esmeraldas sin Ecuador, El Carmen in Perú e il Centro de Pastorale afrobrasileña P.Heitor di Salvado,Bahia in Brasile. Abbiamo creato e manteniamo una base di dati www.afro.redbiblio.net. Altro servizio é implentare un server comboniano afro NAS Sinfronteras della capacitá di 32 TB, come raccoglitore del materiale prodotto in quasi 50 anni di attivitá dai confratelli sensibili alle culture afro. E´ un ministero sociale delle culture e della promozione umana integrale afro e che funziona con la collaborazione di combonani, religiosi, laici volontari a ogni livello di azione.

3. Le principali attività del CAEDI sono al servizio della pastorale afro nella chiesa locale, assieme a laici e religiosi e volontari. Accompagna organizzazioni afro e gruppi di quartiere, dove i destinatari richiedano, secondo le loro esigenze, specialmente nella formazione a ogni livello di liders del movimiento negro e popolare. Nelle piccole comunitá eclesiali afro sono gli agenti di pastorale neri ( APN) che le servono, radicati nella cultura e spiritualitá afro e nella lettura popolare della bibbia. Con la gente si lotta per i diritti umani, la giustizia e contro ogni forma di razzismo ed esclusione  nella chiea e nella societá e per la salvaguardia del ambiente. Particolare attenzione alla donna afro (es.cooperativa della casa), agli studenti ( es. doposcuola e borse di studio) ecc.

 Essenziale é  la collaborazione di fratel Alberto Degan con i giovani del CIFH per il lavoro nei quartieri e soprattutto per la formazione dei liders e la elaborazione dei sussidi, che servono anche a agenti pastorali afro di Colombia e altri paesi.

 Fin dagli inizi abbiamo cercato di sensibilizzare la chiesa locale sulla presenza afro. Abbiamo fatto alleanze con altre forze  che andavano nella stessa direzione, avvicinando, motivando anche  parroci con il rispettivo vescovo

 A livello nazionale prestiamo il nostro alla Comisione di Etnias, dando prioritá ai ministeri laicali. A livello internazionale da anni collaboriamo con il CELAM. Nel 2018 il nostro libro sulla storia della pastorale afro. Ultimamente collaboriamo nella preparazione al XV EPA in Puerto Escndido (Mexico) dal 18 al 21 di febbraio del 2020 . P.Rafael é membro anche della comissione di Vita Consacrata Afro della CLAR e collabora nella organizzazione di eventi continentali e altre iniziative favorendo la participazione di laici missionari afro consacrati.

Le difficoltá piú grosse sono la mancanza di continuitá da parte dei comboniani (rotazione selvaggia) che crea gravi danni al processo. In quanto ai liders afro dei vari gruppi e piccole comunitá é un fatto che  molti per motivi di lavoro, affitto, violenza ecc. sono obbligati a migrare da un quartiere all’altro e anche altre cittá. Senza dimenticare la mancanza di personale e anche di mezzi. Pero lo Spirito sostiene sempre il piccolo resto.

Nei quartieri si cominciano a sorgere  lideres e gruppi organizzati e che richiedono formazione e accompagnamento. Alcuni parroci e istituzioni ecclesiali e civili chiedono il nostro servizio. Numerose persone delle piccole comunitá riescono a aver fiducia nelle loro capacitá e contribuiscono al sorgere di altre comunitá, in vista di una societá piú giusta, equitativa e solidaria, segno della attualitá del carisma di Comboni e della presenza dello Spirito: salvare gli afroamericani con gli afroamericani.